Arciconfraternite

Le Confraternite a Messina tra passato e futuro

Lunedì 28 febbraio, alle 0re 18,30 si svolgerà un incontro su: “Le Confraternite a Messina tra passato e futuro”. Riflessioni a margine del libro di Nino Gigante “Per una storia dei Movimenti Cattolici a Messina nel sec. XX”. Ad introdurre l’argomento sarà Mons. Giovan Battista Impoco Delegato Arcivescovile per le Confraternite. Interverranno Marco Grassi e Antonio Tavilla, con il coordinamento di Nino Gigante.
Una delle più antiche è proprio l’Arciconfraternita dei Catalani, che fu fondata a Messina sul finire del XV secolo da nobili, mercanti e cavalieri catalani giunti in Sicilia a seguito di Pietro III d’Aragona. Fin dalla sua origine ha sede presso la medievale Chiesa della SS. Annunziata di Catalani. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, tra gli anni ’60 e ’70, visse un periodo di crisi ma nel 1992 fu rifondata grazie all’interessamento di un gruppo di storici locali e amanti delle antiche tradizioni religiose capeggiati dal Prof. Vincenzo Pugliatti. Il nuovo statuto propone oltre ai fondamentali fini di culto e carità cristiana anche quello di riproporre e diffondere le antiche e vere tradizioni religiose di Messina. E’ stata la prima confraternita messinese a ristabilire come abito ufficiale il tradizionale saio con cappa, cappuccio, cordone e medaglione argenteo. Ha all’attivo numerose iniziative, mostre, conferenze, tutte alla riscoperta delle nostre più autentiche tradizioni cristiane.