Giorno: febbraio 12, 2011

Notte della Cultura

Tanti, tantissimi appuntamenti per una notte che si preannuncia viva, interessante e che sta attirando l’attenzione di migliaia di messinesi e non solo in ben 113 itinerari di alto interesse culturale e storico: dal Palantonello, la cui attrazione principale è l’esposizione dei cosiddetti “doppi di Caravaggio”. Negli ampi saloni al piano terra, invece, mostra filatelica e cartoline d’epoca, oltre ad un convegno sui “Medici scrittori” ed un concerto all’interno del teatro.  Dirigendosi, invece, verso Palazzo Zanca, nell’atrio vi è un’esposizione di artiglieria antica, cannoni ed armi. Nel corridoio antistante il Salone delle Bandiere interessante esposizione a cura del Corpo della Polizia Municipale con divise, elmetti, fregi e distintivi vari. Sempre al primo piano, altra mostra della Polizia di Stato con simpaticissimi modellini di auto. Presso la Camera di Commercio, mostra di pittura, modelli di barche e feluche, strumenti popolari a cura del Museo di Musica dei Peloritani. Inoltre, interessantissime le installazioni dell’Artista Linda Schipani. Una città mobilitata per un evento che meriterebbe di essere vissuto non in una sola notte,  in modo da poter dare la possibilità di “gustare” tutte le iniziative.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Notte della Cultura: alcune anticipazioni

Fervono i preparativi per la notte della cultura che prenderà il via questa sera alle 18,00.  Intanto, durante la mattinata hanno preso il via alcune interessanti iniziative, tra le quali la scopertura di una targa commemorativa a Largo San Giacomo, dedicata a William Shakespeare. Oltre all’Assessore alla Toponomastica Carmelo Santalco, erano presenti il Presidente del Consiglio Comunale Pippo Previti, il Consigliere provinciale Nino Previti e l’Architetto Nino Principato, il quale ha voluto dare una breve ma precisa spiegazione su quella che potrebbe essere non solo una teoria, ma anche una certezza che lo scrittore inglese abbia avuto i natali proprio nella città dello Stretto.
Nell’atrio di Palazzo Zanca vi è un’esposizione di cannoni, artiglieria di guerra ed armature, mentre al primo piano, è stata inaurata la mostra permanente delle foto dei Sindaci del passato.
A piazza Duomo, inoltre, è in corso di preparazione un’infiorata con la riproduzione dei due San Francesco in meditazione.

Questo slideshow richiede JavaScript.